Cos’è la fotogrammetria?

La fotogrammetria è una tecnica che permette di identificare la posizione nello spazio di tutti i punti dell’oggetto in esame.

Il rilievo fotogrammetrico si sviluppa prima in campo architettonico, per il rilievo e la restituzione accurata di edifici di altrimenti difficile misurazione. Successivamente ha trovato ampio utilizzo per il rilevamento topografico del territorio, soprattutto come fotogrammetria aerea.

Il funzionamento della fotogrammetria si basa sull’elaborazione di una coppia di immagini fotografiche riprese da due punti diversi (fotografia stereoscopica) e alla loro sucessiva elaborazione.

Il tipo di risoluzione che si vuole raggiungere influenza la strumentazione necessaria al rilievo. Grazie alle nuove tecnologie è possibile effetturare rilievi fotogrammetrici su scale piccole e medio-grandi a costi contenuti e con livelli di precisione piuttosto elevati.

Applicazioni della fotogrammetria

I campi di applicazione della fotogrammetria aerea e architettonica sono molteplici

Studio della stabilità dei versanti: mediante acquisizione fotogrammetrica è possibile realizzare modelli tridimensionali di versanti instabili, naturali ed artificiali. L’utilizzo di questo metodo permette un dettaglio estremamente superiore rispetto ai metodi tradizionali.

Cartografia di dettaglio: la cartografia classica non permette risoluzioni elevate come quelle ottenute da un rilievo topografico aereo.

Supporto all’agricoltura di precisione: la raccolta dei dati può avvenire tramite droni dotati di sensori multispettrali, integrati da un rilievo fotogrammetrico che permette una più facile identificazione degli obiettivi oggetto di studio.

Discariche e bonifiche ambientali: la ricostruzione tridimensionale della struttura, accompagnato da rilievo termico, permette di definire le aree di percolazione e di fuoriuscita del gas;

Calcolo di volumi: il calcolo dei volumi può riguardare l’accumulo di un deposito di frana, oppure il quantitativo estratto di materiale da una cava o miniera.

Archeologia e Beni culturali: l’acquisizione fotogrammetrica permette di evidenziare strutture impossibili da vedere da terra e molto difficili da interpretare mediante dati rilevati da satellite.

In generale l’acquisizione mediante fotogrammetria vale come supporto per ogni altro tipo di analisi fornendo immagini che possono essere elaborate ed interpretate tramite software appositi. Il nostro personale è altamente qualificato e opera secondo le vigenti normative in materia.

Contattaci

Per informazioni, domande e preventivi

tel +39 333 491 2207

Contattaci